Esplora contenuti correlati

 

GRAVINA, SICUREZZA E PREVENZIONE INCENDI: L'ORDINANZA DEL SINDACO

La manutenzione straordinaria delle aree private deve essere effettuata entro il 1 giugno 2020. Il sindaco Giammusso: «Stretta sulle inadempienze, prevista denuncia all'autorità giudiziaria e sanzioni pecuniarie»

 
GRAVINA, SICUREZZA E PREVENZIONE INCENDI: L'ORDINANZA DEL SINDACO
 

GRAVINA DI CATANIA (CT) – Il sindaco Massimiliano Giammusso ha disposto con ordinanza l'obbligo della pulizia straordinaria dei fondi ricadenti su proprietà privata al fine di garantire la sicurezza antincendio. L'attività di manutenzione straordinaria - consistente nella pulizia dalle erbacce, dei cespugli e la rimozione dei materiali di risulta dell'agricoltura - deve essere effettuata entro il giorno 1 giugno 2020. Per i terreni di estensione superiore a 3mila metri quadri è ammessa, in sostituzione della pulizia dell'intera area, l'apertura di viali parafuoco, adiacenti il confine con le proprietà limitrofe e con le strade, sia pubbliche che private, fermo restando l'obbligo del proprietario o del conduttore di attivare tutti gli accorgimenti atti a scongiurare l'innesco di incendi.


«Con questo provvedimento abbiamo dato una stretta nella prevenzione del rischio – ha dichiarato il sindaco Giammusso - poiché le inadempienze rilevate verranno trasmesse all'autorità giudiziaria, così come prevede la legge. Durante il periodo che va dal 01/06/2020 al 15/09/2020 è fatto obbligo, ai proprietari e ai conduttori dei terreni, di mantenere i terreni in condizioni tali da impedire l'innesco di incendi. In caso di inottemperanza quindi – ha precisato ancora il primo cittadino - come prevede la legge, il responsabile verrà denunciato all'autorità giudiziaria. Sarà inoltre applicata una sanzione amministrativa che va da 25 a 500 euro in in caso di mancata pulizia del fondo Ricordo inoltre che nel caso di mancata pulizia, diserbo e manutenzione di aree incolte poste su fronti stradali di pubblico transito, la sanzione prevista va da 169 euro a 680 euro, così come stabilisce il Codice della Strada. «Il controllo sul rispetto delle disposizioni verrà effettuato dalla nostra Polizia municipale – ha spiegato il vicesindaco con delega alla Protezione civile Rosario Condorelli – nel caso di inadempienza le operazioni potranno essere effettuate dall'Amministrazione comunale con addebito delle spese a carico dei proprietari. I soggetti inadempienti saranno altresì responsabili penalmente dei danni che si dovessero verificare, a seguito di incendi, a persone e/o beni mobili e immobili. Il testo integrale dell'ordinanza è disponibile sul sito istituzionale del Comune».

 
Gravina di Catania, 11 maggio 2020

Il portavoce del sindaco Massimiliano Giammusso
Angelo Capuano