Article Details

GRAVINA DI CATANIA, BUONI RISULTATI NELLA LOTTA AL RANDAGISMO

L’amministrazione comunale di Gravina di Catania, guidata dal sindaco Domenico Rapisarda, fa il punto sul fronte del  contrasto al randagismo; per il quale sono stati destinati circa 20mila euro del bilancio partecipato 2015. 

“Abbiamo intrapreso questa attività – spiega il primo cittadino gravinese – destinando la quota del bilancio partecipato. Tra le iniziative la convenzione con un ente per il ricovero dei cani, il servizio prestato  da una ditta che si occupa del trasporto, l’acquisto di due lettori per microchip; e,  per incentivare e sensibilizzare i cittadini all'adozione dei cani abbandonati,  l’acquisto di piccoli gadget da donare a chi adotta un cane. Grazie a quest’attività sinergica tra l’Amministrazione comunale, la Polizia municipale di Gravina di Catania,  l’unità operativa di veterinaria dell’ASP e i volontari – continua Rapisarda - abbiamo registrato  la diminuzione sul territorio delle colonie di cani,  80 adozioni e un aumento della frequentazione dell'ufficio per i diritti degli animali, dove i cittadini si recano sia per la microchippatura sia per acquisire  tutte le informazioni necessarie a un corretto trattamento dei cani”. “Per noi – aggiunge il Comandante della Polizia municipale gravinese, Michele Nicosia - è importante dare in adozione un trovatello e sensibilizzare il cittadino a questo tema, come alternativa all’acquisto di un cane. A questa finalità abbiamo dedicato l'acquisto di ciotole, guinzagli, guanti e altre attrezzature, che daremo in omaggio a chi adotterà i trovatelli che recuperiamo sul territorio. Desidero precisare – spiega Nicosia - che l'adozione è un'operazione senza oneri per il cittadino,  che non deve girare per uffici, veterinari o ambulatori.  Si tratta di un cane che noi troviamo per strada, in genere un cucciolo, che provvediamo a vaccinare e microchippare, e quindi a consegnare formalmente al nuovo proprietario. Chi volesse adottare un cane può quindi recarsi presso l’ufficio per i diritti degli animali, nei locali adiacenti il Pozzo dell’Arte, all’interno del parco comunale Borsellino di Gravina di Catania,  gestito all'amministrazione comunale ma che presta il servizio nell’ambito del distretto sanitario di Gravina di Catania (che comprende i Comuni di San Giovanni la Punta, Valverde, San Gregorio, Tremestieri Etneo, Mascalucia, S. Pietro Clarenza, Camporotondo Etneo, S. Agata li Battiati, Pedara, Nicolosi, Trecastagni e Viagrande). Abbiamo fatto e continuiamo a fare tanto  – conclude Nicosia – per contrastare l'abbandono, una cattiva abitudine che purtroppo  continua a persistere senza motivo visto che basta venire da noi e consegnare gli animali”.   Le operazioni di microchippatura vengono eseguite a titolo gratuito per tutti i cani, non solo per quelli in adozione, e sono assolutamente indolori per l’animale.  Il microchip è un obbligo sancito dalla legge, la cui violazione prevede una sanzione pecuniaria. Per qualsiasi chiarimento ci si può rivolgere  al Comando di Polizia Locale di Gravina di Catania chiamando allo 095/422470 tutti i giorni della settimana.

Gravina di Catania, 16 gennaio  2017

L’Addetto Stampa

Alberto Santagati


Inserito da: uff_stampa
Data di inserimento: 16/01/2017
Numero di visite: 633

Ritorno