Article Details

GRAVINA DI CATANIA, COMINCIATI I LAVORI DEL TORNA INDIETRO IN VIA ETNEA

Cominciati a Gravina di Catania i lavori per la realizzazione di un torna indietro, direzione sud/nord nel tratto di via Etnea compreso fra la via  Coviello e l'imbocco della tangenziale di Catania in direzione Messina; e per la riqualificazione delle aiuole spartitraffico e della segnaletica esistente nell'ambito delle rotatorie poste all'incrocio fra le vie Etnea, Quasimodo, Gramsci e tra la via Etnea e la via Coviello. 

L'importo dei lavori è stato aggiudicato in affidamento  diretto per circa  42mila euro  Iva compresa. “Il torna indietro – spiega in una nota l’assessore ai Lavori Pubblici e Manutenzioni Francesco Nicotra - sarà un po' più a valle del tratto di via Etnea  dove è stato inibito l'accesso diretto alla tangenziale e si inserisce nell’ambito del completamento dell'assetto viario nella zona. Si tratta di un intervento annunciato e previsto a suo tempo, quando era stato chiuso il suddetto accesso in tangenziale,  che completa la sistemazione viaria per snellire il nodo della rotatoria di Coviello. Questo intervento, unitamente alla rotonda alla confluenza tra via San Paolo e via Etnea già realizzata, permetterà agli utenti che intendono raggiungere  il lato est della nostra città di poterlo fare senza percorrere tutto l'intero tragitto della rotatoria.  Con lo stesso affidamento – continua l’amministratore - faremo inoltre altre sistemazioni che si sono rese necessarie per rendere più fluida la circolazione viaria in questo intricatissimo snodo con una concentrazione di veicoli veramente impressionante. Com’è noto  tali veicoli provengono sia da  Catania sia dai paesi etnei e quindi diventa un nodo cruciale che l’Amministrazione cerca  in tutti modi di rendere efficiente e sicuro. Come già sperimentato con il funzionamento della  rotonda tra via San Paolo e via Etnea,  siamo sicuri che anche questo sistema di torna indietro sarà efficace”.  Con il completamento  dell’assetto viario in quella zona l’Amministrazione ritiene che la viabilità ne trarrà un grande vantaggio. “Noi – aggiunge il sindaco di Gravina di Catania Domenico Rapisarda -  siamo sempre pronti ad accettare qualsiasi critica, ma non quelle strumentali, pretestuose e preconcette, avanzate peraltro senza avere prima sperimentato l'effettivo funzionamento del progetto. Le nostre scelte sulla viabilità non sono mai state avventate ma il frutto di appositi computi metrici estimativi da parte dei nostri tecnici.  Con  questo torna indietro forse non avremo sistemato del tutto il problema viario in questo crocevia, perché il flusso di autovetture che si concentrano nelle ore di punta è veramente notevole e drena il traffico veicolare di ben quattro comuni,  ma avremo di certo snellito e fluidificato quanto più possibile il flusso viario.  E’ bene però che tutti siano consapevoli che una  soluzione definitiva ci sarà solo con la realizzazione di una grande arteria  intercomunale a scorrimento veloce,  in grado di collegare la tangenziale coi paesi pedemontani bypassando Gravina”.  

Gravina di Catania, 1 dicembre  2016


Inserito da: uff_stampa
Data di inserimento: 01/12/2016
Numero di visite: 674

Ritorno