Article Details

GRAVINA DI CATANIA, AL VIA LA CENTRALE UNICA DI COMMITTENZA CON S.AGATA LI BATTIATI E MASCALUCIA

Una gestione associata degli appalti pubblici con un ufficio unico che provvederà al bando e all’esecuzione delle gare di cui si dovranno occupare i Comuni di Gravina di Catania, Mascalucia e S.Agata li Battiati.  E’ questo l’obiettivo della Centrale Unica di Committenza (CUC) per la gestione associata degli affidamenti di lavori, servizi e forniture,  in esecuzione all’art.33 del decreto legislativo 163/2006, per la quale lo scorso mese di novembre  è stata approvata, con apposito atto deliberativo dei  rispettivi Consigli comunali, una convenzione.  

Il suddetto decreto impone infatti la costituzione associata tra più Comuni non capoluoghi di una CUC che si occupi della gestione associata di tutti gli appalti, a cui gli  enti dovranno far fronte, per forniture di beni, servizi o lavori per importi superiori a 40mila euro; pena la nullità degli affidamenti stessi. I sindaci dei suddetti Comuni, Domenico Rapisarda (Gravina di Catania), Giovanni Leonardi (Mascalucia) e Carmelo Galati (S.Agata li Battiati), si sono quindi riuniti per la stipula delle convenzioni. “Si tratta – spiega il sindaco di Gravina di Catania Domenico Rapisarda – di un atto necessario e dovuto per renderci conformi alla legislazione vigente e  dare così il via ai lavori pubblici, al momento bloccati per l’impossibilità dei Comuni di espletare qualsiasi forma di appalto e aggiudicazione. Siamo certi che il provvedimento avrà anche un ritorno economico per le imprese che potranno così partecipare all’aggiudicazione della gare relative a lavori, servizi e forniture da parte delle tre amministrazioni”.  Gravina per il primo anno sarà Comune capofila dal momento che è stata prevista una rotazione tra i suddetti enti. “In qualità di ente capofila  – continua Rapisarda – siamo quindi  tenuti alla nomina del responsabile  che con apposita determina ho provveduto a individuare nel dirigente del 7^ Servizio del nostro Comune, Raimondo Santonocito, il quale provvederà agli adempimenti successivi quale responsabile della CUC e al contempo dell’anagrafe unica della Stazione Unica Appaltante (SUA). Tutti gli adempimenti che dovranno essere effettuati per la registrazione presso l’ANAC, Autorità Nazionale Anticorruzione,  saranno quindi di competenza del responsabile. Una gestione degli appalti affidata  a un ufficio unico significa riunire i tecnici e quindi gli esperti dei vari Comuni, che si occupano attualmente ognuno per il loro ente delle gare da espletare in tema di forniture  di beni, servizi e lavori, affinché ognuno apporti la propria professionalità”.  Nell’ottica del legislatore da ciò ne dovrebbe venire fuori un sistema più veloce o agevole nella gestione degli appalti. “Una gestione degli appalti affidata a un ufficio unico – conclude il primo cittadino gravinese - dovrebbe portare una maggiore esperienza e competenza da parte di coloro che già si occupano di queste cose e quindi nell’espletamento delle procedure che richiedono tantissimi adempimenti”.

 

Gravina di Catania, 12 gennaio 2016

 

L’Addetto Stampa

Alberto Santagati



Inserito da: uff_stampa
Data di inserimento: 12/01/2016
Numero di visite: 1021

Ritorno