Article Details

GRAVINA DI CATANIA, PESANTI SANZIONI PER CHI SPORCA LE STRADE E I LUOGHI PUBBLICI

L’Amministrazione comunale di Gravina di Catania, retta dal sindaco Domenico Rapisarda, spinge sul fronte della lotta agli sporcaccioni e con uno specifico provvedimento detta le regole.  Queste consistono nell’obbligo per gli utenti di conferire i rifiuti urbani indifferenziati e quelli riciclabili esclusivamente secondo il calendario vigente e ampiamente  pubblicizzato. 

E' fatto divieto, inoltre,  nell'intero territorio comunale, di abbandonare e depositare rifiuti di qualsiasi genere in luoghi diversi da quelli stabiliti per la raccolta. Il divieto di abbandono è esteso a tutte le imprese, Enti e attività che depositano, scaricano e abbandonano rifiuti e materiali, che sono anch'essi rifiuti, in siti non idonei. Per i trasgressori sono previste sanzioni pecuniarie da  300  a 3.000 euro; ma se l'abbandono riguarda rifiuti pericolosi la sanzione amministrativa può  aumentare fino al doppio,  come previsto dal'art 255 comma 1 del d.lgs 03/04/06 n. 152 cosi come modificato dall'art.34 del d.lgs.n.205 del 2010. L’Amministrazione comunale demanda  al personale della Polizia Locale, di vigilare sul rispetto della presente ordinanza e all'accertamento delle violazioni. Insomma, tempi duri per chi sporca le strade cittadine e i luoghi pubblici. “Si tratta di una campagna di civiltà – precisano  il sindaco Rapisarda e l’assessore all’Igiene Agata Viola – e per questo invitiamo  tutti i cittadini a collaborare al rispetto della presente ordinanza e a segnalare agli uffici competenti eventuali violazioni”.

Gravina di Catania, 3 Giugno 2014




Inserito da: uff_stampa
Data di inserimento: 03/06/2014
Numero di visite: 1612

Ritorno